Bignè salati ripieni con mousse di asparagi e pistacchi

Non so voi, ma io amo gli asparagi. Sarà perché a due passi da casa coltivano quelli più buoni, gli asparagi di Bassano del Grappa, o forse perché li trovi solo in questo periodo dell’anno e si sa, l’attesa aumenta il piacere… In ogni caso, non c’è periodo migliore per usarli nelle più svariate ricette!

Ingredienti (considerate che le dosi sono per un antipasto stile finger food: ho farcito circa 35 bignè):

  • una confezione di bignè (sta volta passatemela…non avevo tempo di fare la pasta!)
  • 500 gr circa di asparagi bianchi freschissimi
  • 1 confezione di Robiola
  • pistacchi q.b.
  • maizena q.b.
  • sale, pepe e noce moscata

Tempo di preparazione: 15 min cottura asparagi + 25 min preparazione + 15 min cottura bignè08 Bignè

Per chi non lo sapesse, gli asparagi prima di essere cucinati vanno pelati! Quindi munitevi di pelapatate. Tagliate l’ultimo pezzetto dell’asparago, circa 1 cm, e iniziate a pelare da lì 06 Bignèverso la punta, che però non va toccata. Bisognerà quindi lessare gli asparagi. Ho usato la classica pentola dalla forma ovale con all’interno il cestino dove adagiare gli asparagi. Usando questo tipo di pentola si dovranno portare ad ebollizione solo un paio di dita d’acqua leggermente salata. In alternativa si possono lessare in una pentola normale, lasciando però fuori dall’acqua le punte. Ci sono varie tattiche per cucinarli, alcuni legano gli asparagi in un mazzetto in modo da tenerli uniti ed evitare appunto che le punte si cucinino troppo.

Lasciate gli asparagi nell’acqua bollente per almeno 15 minuti, provate la consistenza con05 Bignè una forchetta: devono essere belli morbidi. Nel frattempo prendete i bignè e tagliate il pezzettino superiore, in modo a creare una sorta di coperchio e adagiateli all’interno di una teglia. Quando gli asparagi saranno pronti, estraente il cestino (o scolateli) e lasciateli raffreddare completamente prima di 02 Bignèprocedere a fare la crema. Nel frattempo potete tritare grissolonamente un po’ di pistacchi in un mixer e lasciarli poi da parte. Ci serviranno per decorare i nostri bignè in fase finale.

Tenete presente che gli asparagi sono, per così dire, molto acquosi, quindi nel tagliarli a pezzettini per fare la crema, non spaventatevi se rilasciano quantità industriali d’acqua. Per andare sul sicuro, posizionatevi nelle vicinanze di un 04 Bignèlavello! Bene…procediamo: tagliamo gli asparagi a pezzettini, mettiamoli in una ciotola dai bordi abbastanza alti, saliamo, pepiamo e aggiungiamo un pizzico di noce moscata. Nella ciotola mettiamo anche la robiola un po’ spezzettata e procediamo a 03 Bignèfrullare il tutto con un frullatore a immersione. Come vi dicevo, ci sarà acqua in abbondanza nel composto, per addensarlo in modo che diventi una crema, dobbiamo aggiustare di maizena e purtroppo dovrete fare a occhio! Quando vi sembrerà più densa di una minestrina, è fatta! Riponete il composto in frigo per una mezz’oretta circa.

Siamo pronti per farcire in nostri bignè! Aiutatevi con un cucchiaino e versate all’interno dei bignè la crema, cospargete con delle briciole di postacchi e chiudete con il loro coperchietto. Farciteli tutti e quando avrete finito, infornate a 160° a forno statico preriscaldato, per circa 15/20 minuti.

I bignè vanno assaggiati tiepidi, quindi o li servite apena sfornati, oppure li riscaldate un paio di minuti prima di sedervi a tavola!

01 bignè

BUONI BIGNÈ RIPIENI DI ASPARAGI E PISTACCHI, A TUTTI!!!!!

Annunci

Torta all’olio d’oliva

La prima volta, l’ho assaggiata in quel di Panzano in Chianti, come degna conclusione della cena in quella macelleria che, come per magia, si trasforma in un ristorante unico e inimitabile. La prima volta, credo di averne divorate almeno dieci fette e ne avrei mangiate ancora, se ce ne fossero state sulla tavola. La prima volta, ho pensato che dovevo assolutamente provare a copiarla, perchè un dolce così è davvero troppo buono per restare solo a Panzano in Chianti. Mi è servito un assaggio per la seconda volta prima di provare a realizzarla e, sebbene mi sia riuscita alta, morbida, gustosa e tremendamente buona, non è ancora come quella della macelleria, ma non disperate…Provando e riprovando, prima o poi troverò la ricetta giusta!

Ingredienti (per una tortiera di 24 cm di diametro):

  • 250 gr di farina 00
  • 220 gr di zucchero
  • 100 ml di acqua a temperatura ambiente
  • 150 ml di olio extravergine d’oliva
  • 3 uova intere
  • la buccia grattugiata di un limone
  • il succo di mezzo di quel limone che avete grattugiato
  • un baccello di vaniglia
  • mezza bustina di lievito per torte

Tempo di preparazione: 30 min + 35 min di cottura a forno statico a 160° + 15 minuti di cottura a forno statico a 180°

05 Torta all'olio

Visto che metteremo poco lievito, è bene montare con cura le uova, quindi se disponete di una planetaria andate alla grande, altrimenti usate lo sbattitore elettrico, ma lavorele per bene. Io ho usato la planetaria e ho montato le uova intere con lo zucchero e un pizzico di sale, per almeno 15 minuti a velocità media. Nel frattempo ho grattugiato la scorsa del 04 Torta all'oliolimone, facendo attenzione a non usare troppa energia, altrimenti si arriva alla parte bianca che è un tantino amara e sarebbe meglio evitare di usare anche quella.

Quando il composto di uova e zucchero è diventato più chiaro e molto schiumoso, senza spegnere la macchina, aggiungete l’acqua a temperatura ambiente e l’olio extravergine. Più buono sarà l’olio, più lo si sentirà nel dolce. Aggiungete anche la buccia del limone, il succo di mezzo di quel limone e i semini estratti dalla bacca di vaniglia. Sbattete il tutto ancora per almeno 5 minuti.

Spegnete la macchina e aggiungete al composto la farina e la mezza03 Torta all'olio bustina di lievito, setacciati. Con una spatola, mescolate il tutto molto delicatamente, dal basso verso l’alto, facendo attenzione a inglobare tutta la farina. Si formeranno delle sacche d’aria che intrappoleranno la farina, ma mescolando si romperanno e quindi non ci sarà nessun problema.

Dopo aver unto una teglia con il bordo apribile di 24 cm di diametro, rivestitela con carta forno. Versateci la pasta e infornate a forno statico 02 Torta all'oliopreriscaldato a 160°. Trascorsi 35 minuti, estraete la torta dal forno e portate la temperatura a 180°. Facendo il più in fretta possibile, bagnate la superficie della torta con dell’acqua o del latte e cospargete generosamente di zucchero, così si formerà una crosticina zuccherosa davvero deliziosa! Infornate per altri 15 minuti o comunque fino a quando non riesce la prova dello stuzzicadenti. Quando sarà cotta, estraetela dal forno e lasciatela raffreddare completamente prima di aprire la teglia. Ecco fatto!

01 Torta all'olio

BUONA TORTA ALL’OLIO A TUTTI!!!!