Bignè salati ripieni con mousse di asparagi e pistacchi

Non so voi, ma io amo gli asparagi. Sarà perché a due passi da casa coltivano quelli più buoni, gli asparagi di Bassano del Grappa, o forse perché li trovi solo in questo periodo dell’anno e si sa, l’attesa aumenta il piacere… In ogni caso, non c’è periodo migliore per usarli nelle più svariate ricette!

Ingredienti (considerate che le dosi sono per un antipasto stile finger food: ho farcito circa 35 bignè):

  • una confezione di bignè (sta volta passatemela…non avevo tempo di fare la pasta!)
  • 500 gr circa di asparagi bianchi freschissimi
  • 1 confezione di Robiola
  • pistacchi q.b.
  • maizena q.b.
  • sale, pepe e noce moscata

Tempo di preparazione: 15 min cottura asparagi + 25 min preparazione + 15 min cottura bignè08 Bignè

Per chi non lo sapesse, gli asparagi prima di essere cucinati vanno pelati! Quindi munitevi di pelapatate. Tagliate l’ultimo pezzetto dell’asparago, circa 1 cm, e iniziate a pelare da lì 06 Bignèverso la punta, che però non va toccata. Bisognerà quindi lessare gli asparagi. Ho usato la classica pentola dalla forma ovale con all’interno il cestino dove adagiare gli asparagi. Usando questo tipo di pentola si dovranno portare ad ebollizione solo un paio di dita d’acqua leggermente salata. In alternativa si possono lessare in una pentola normale, lasciando però fuori dall’acqua le punte. Ci sono varie tattiche per cucinarli, alcuni legano gli asparagi in un mazzetto in modo da tenerli uniti ed evitare appunto che le punte si cucinino troppo.

Lasciate gli asparagi nell’acqua bollente per almeno 15 minuti, provate la consistenza con05 Bignè una forchetta: devono essere belli morbidi. Nel frattempo prendete i bignè e tagliate il pezzettino superiore, in modo a creare una sorta di coperchio e adagiateli all’interno di una teglia. Quando gli asparagi saranno pronti, estraente il cestino (o scolateli) e lasciateli raffreddare completamente prima di 02 Bignèprocedere a fare la crema. Nel frattempo potete tritare grissolonamente un po’ di pistacchi in un mixer e lasciarli poi da parte. Ci serviranno per decorare i nostri bignè in fase finale.

Tenete presente che gli asparagi sono, per così dire, molto acquosi, quindi nel tagliarli a pezzettini per fare la crema, non spaventatevi se rilasciano quantità industriali d’acqua. Per andare sul sicuro, posizionatevi nelle vicinanze di un 04 Bignèlavello! Bene…procediamo: tagliamo gli asparagi a pezzettini, mettiamoli in una ciotola dai bordi abbastanza alti, saliamo, pepiamo e aggiungiamo un pizzico di noce moscata. Nella ciotola mettiamo anche la robiola un po’ spezzettata e procediamo a 03 Bignèfrullare il tutto con un frullatore a immersione. Come vi dicevo, ci sarà acqua in abbondanza nel composto, per addensarlo in modo che diventi una crema, dobbiamo aggiustare di maizena e purtroppo dovrete fare a occhio! Quando vi sembrerà più densa di una minestrina, è fatta! Riponete il composto in frigo per una mezz’oretta circa.

Siamo pronti per farcire in nostri bignè! Aiutatevi con un cucchiaino e versate all’interno dei bignè la crema, cospargete con delle briciole di postacchi e chiudete con il loro coperchietto. Farciteli tutti e quando avrete finito, infornate a 160° a forno statico preriscaldato, per circa 15/20 minuti.

I bignè vanno assaggiati tiepidi, quindi o li servite apena sfornati, oppure li riscaldate un paio di minuti prima di sedervi a tavola!

01 bignè

BUONI BIGNÈ RIPIENI DI ASPARAGI E PISTACCHI, A TUTTI!!!!!

Triangoli di pasta Filo con pancetta, scamorza e mela

Ieri sera mi serviva un antipastino velove veloce da portare ad una cenetta messicana. Chiaramente quello che ho fatto non c’entrava nulla con il menù della serata, ma è troppo goloso e facile da fare…non ho resistito e ho dovuto provarci!!

Ingredienti (per 8 triangoli, 4 persone):

  • 1 confezione di pasta Filo che trovate nel banco frigo del supermercato
  • Almeno 16 fettine sottili di pancetta arrotolata
  • 1/4 di mela
  • Un pezzetto di scamorza affumicata

06 triangoli di pasta Filo con pancetta e scamorza

Tempo di preparazione: 20 min + 10 min di cottura

Non avevo mai usato la pasta Filo, è stata anche per me una prima volta, quindi ho seguito i consigli riportati sulla confezione. La pasta Filo si presenta in fogli molto sottili che tendono a seccarsi in fretta, per evitare che si sgretoli dobbiamo avvolgerla in carta d’alluminio quando non la si usa. Generalmente è di forma rettangolare, usando una forbice tagliamo delle strisce di circa 5/6 cm di larghezza (il resto della pasta lo avvolgiamo, appunto, nell’alluminio e lo lasciamo da parte).

Prendiamo un foglio alla volta, lo spennelliamo con dell’acqua e sovrapponiamo un secondo foglio. Ripetiamo l’operazione finchè non abbiamo ottenuto una base composta da almeno 5 fogli. Mettiamo quindi due fettine di pancetta e al centro alcuni dadini molto piccoli di mela e di scamorza. A questo punto creiamo i trangoli, sovrapponendo e chiudendo la pasta, ricordatevi di bagnare sempre un pochino i bordi così sigillere i triangolini.

  1. 05 triangoli di pasta filo con pancetta e scamorza 2. 04 triangoli di pasta Filo con pancetta e scamorza 3. 03 triangoli di pasta filo con pancetta e scamorza 4. 02 triangoli di pasta Filo con pancetta e scamorza

Informate con forno in modalità statica, preriscaldato a 180° per una decina di minuti, finchè i triangoli non saranno belli dorati e serviteli caldi!

01 triangoli di pasta filo con pancetta e scamorza

BUONI TRIANGOLI DI PASTA FILO CON PANCETTA, MELA E SCAMORZA, A TUTTI!!

Hummus – crema di ceci e sesamo

L’hummus è una deliziosa crema a base di ceci e pasta di sesamo (tahina) molto diffusa nei Paesi mediorientali. Ne esistono molteplici versioni a seconda del luogo in cui viene preparato. La versione classica prevede ceci e sesamo, ovviamente, limone, aglio e cumino. È una crema ricca di proteine e ferro. Oltre ad essere molto nutriente è anche versatile: la si può spalmare sul pane, oppure usare per intingere le verdure del pinzimonio, la potete mangiare come spuntino oppure come antipasto.

Ingredienti:

  • 400 gr di ceci lessati (oppure secchi, in questo caso però dovrete lasciarli in bagno per almeno 24h e poi farli lessare)
  • 1 spicchio d’aglio
  • semi di cumino q.b. (ancora meglio sarebbe il cumino in polvere)
  • succo di limone q.b.
  • pasta di sesamo – tahina (orami la si trova in qualunque supermercato)
  • sale, pepe
  • acqua calda
  • paprica o peperoncino, prezzemolo per guarnireHummus 4

Tempo di preparazione: 20 minuti circa

Hummus 1Risciacquate i ceci, solitamente quelli già pronti dentro le lattine formano una schiumetta che è sempre meglio lavare via. Sporcate una padella con dell’olio d’oliva e mettete a rosolare l’aglio schiacciato e i semi di cumino.Hummus 2 Quando l’aglio sarà appena rosolato versate nella padella anche i ceci, salate e pepate a piacere. Fate andare a fuoco basso per qualche minuto, mescolando in modo da insaporire bene i ceci.

Hummus 3In un mixer versate i ceci, l’aglio e tutto il contenuto della padella. Spremete qualche goccia di limone (non esagerate) e mettete qualche cucchio da cucina di pasta di sesamo (2/3). Azionate i mixer. A filo aggiungete un bicchiere d’acqua calda. Se serve aggiungetene ancora finchè non otterete una crema corposa, ma morbida.

Hummus 5Fate raffreddare e al momento di servire guarnite con delle foglioline di prezzemolo fresco, della paprica o del peperoncino. Grigliate delle fette di pane, tipo pugliese, ed ecco fatto, tutto pronto per gustare l’hummus!

BUON HUMMUS A TUTTI!

Involtini di peperoni

Quando penso a qualcosa di sfizioso e goloso mi vengono in mente i peperoni e la pancetta croccante! Di solito questi involtini li si prepara per dei buffet o come antipastino, io li mangerei anche come piatto principale, sono troppo golosi!

Ingredienti (le dosi sono indicative per 4 persone) – Tempo di cottura: 40/45 minuti – Tempo di preparazione: 40 minuti – Forno preriscaldato a 170°:

  • 5 peperoni medi
  • mozzarella per pizza (quella solida e asciutta, per capirci)
  • pan grattato q.b.
  • origano
  • pancetta arrotolata q.b.
  • sale e pepe
  • dei sacchetti di carta

Accendete il forno in modalità grill. Riponete i peperoni su una leccarda di forno rivestita da carta forno. La superficie dei peperoni dovrà quasi bruciarsi, quando vedete che un lato sta annerendo, girateli e fate la stessa operazione per tutti i lati. Quando avete finito togliete i peperoni dal forno e riponeteli dentro dei sacchetti di carta, comepeperoni 1 quelli per il pane. Chiudete e attendete una decina di minuti. Questa operazione serve per far staccare la “pelle del peperone”, prima la si brucia e poi dentro al sacchetto di carta, il vapore la stacca dalla polpa. Più o meno dovreste ottenere una cosa così →

Ponete i peperoni su un tagliere, mettetevi vicino a un lavandino perchè quando li aprirete saranno pieni d’acqua e scotteranno un sacco. Armatevi di pazienza e staccate la buccia con le dita. Se l’operazione precedente è stata fatta bene, non sarà peperoni 2difficile. Non vi preoccupate se qualcosa resta attaccato, che io sappia non si è mai strozzato nessuno per un po’ di buccia residua. Cercate di eliminare tutti i semini, tagliate i peperoni in striscie e metteteli da parte.

Tagliate la mozzarella a listarelle abbastanza sottili. In una ciotola mescolate del pan peperoni 3grattato, del sale, del pepe e origano. Prendete una teglia da forno e cospargetela con un pochino d’olio. Bene…inizia la preparazione dell’involtino!

peperoni 4Prendete un pezzo di peperone, al centro mettete una fettina di mozzarella e cospargete con un po’ di pan grattato, arrotolate e mettete l’involtino al centro di una fetta di pancetta. Mettete il bocconcino nella teglia. Ripetete finchè non finite i peperoni.

peperoni 6Prima di infornare cospargete i peperoni con un pochino di pan grattato e infornate a 170° (forno statico per circa 40 minuti). Controllate di tanto in tanto, la pancetta dev’essere bella croccante!

Lasciateli raffreddare un pochino, non troppo, sono buoni caldi!

peperoni 7BUONI INVOLTINI A TUTTI!